In questi giorni protagonista della moda è la bellissima e misteriosa Parigi.

Alla Paris fashion week vengono mostrate le tendenze moda del prossimo autunno inverno.

“C’est non non non et non”con questo messaggio ha inizio la sfilata di Dior .

Maria Grazia Chiuri, direttore artistico del brand, realizza un inno al femminismo e ricorda il ’68.

Con patchwork di colori, stile rock e country viene presentata una donna ribelle e sicura di se.

Abiti lunghi e morbidi, lunghi e stretti o con minigonna.

Uso della cinta in vita .

Giacconi colorati, cappotti morbidi azzurri, montoni.

Anche molto nero, pelle nera, tocchi di rosso e trasparenze.

Dalla donna ribelle e rivoluzionaria di Dior passiamo alla donna giovane, spensierata che ha voglia di divertirsi di Balmain.

Olivier Rousteing, direttore artistico del brand, mette allegria sulla passerella con tessuti matelasse’, paillettes grandi, chiffon neri.

Abitini molto corti con intrecci di trame colorate giallo, arancio, glicine, azzurro.

Abitini con mini gonna in pelle nera con linee fosforescenti.

Cinte in vita grandi e alte.

Piume, trasparenze, reti, frange.

Molta cura del particolare.

Molto argento anche abinato al tailleur classico nero con pantalone .

Alida Pesaresi